Lato b non ti temo!

0
56

In questo video workout ho pensato di preparare per voi una mini sequenza da eseguire così com’è o da inserire all’interno di un allenamento più lungo. Il focus del workout è il rinforzo della parte bassa del nostro corpo: glutei, bicipiti femorali e polpacci. Tutta la muscolatura che, per intenderci, si trova sul lato posteriore della coscia e della gamba e che è a sostegno degli arti inferiori. Il suo rinforzo e la sua tonificazione non sono soltanto interessanti da un punto di vista estetico, ma sono importanti anche dal punto di vista funzionale. Proviamo solo per un attimo a pensare quanto lavorano le nostre gambe, quanto tempo ci tengono in piedi e quanto camminano, corrono, saltano… Allora è giusto tenerle forma e forti!

A chi è rivolto il workout

Questo workout è di livello intermedio ed è rivolto a chi si allena già e vuole introdurre una sezione di esercizi con focus sulla parte bassa del corpo. Potrete eseguire questo workout così com’è o inserirlo all’interno di un allenamento più lungo e strutturato. A voi la scelta!

Come prepararsi al workout

Ti serviranno: un tappetino, due manubri da 2/3kg, un elastico ad anello, le scarpette da tennis e un rialzo su cui poggiare i piedi come una sedia, uno step o, come me, il bracciolo di un divano. Se non hai i manubri puoi usare delle bottiglie d’acqua da 1,5/2 lt. Al posto dell’elastico puoi utilizzare la cintura dell’accappatoio o un collant. Come sempre ti lascio una musica che potrà accompagnarti durante l’allenamento!

Martin Solveig & Dragonette HELLO

Workout

  • Affondi fontali e posteriori dx 40 secondi di lavoro e 20 secondi di pausa
  • Affondi frontali e posteriori sx 40 secondi di lavoro e 20 secondi di pausa
  • Ponte con elastico alle cosce e piedi su rialzo 40 secondi di lavoro e 20 secondi di pausa
  • Skater jump 40 secondi di lavoro e 20 secondi di pausa

Esegui per tre round con un minuto di pausa tra un round e l’altro.

Errori da non fare

Durante gli affondi frontali presta sempre massima attenzione alle ginocchia che non devono mai superare la linea ideale che le “unisce”alle dita del piede. Durante gli affondi posteriori controlla bene che il ginocchio dietro punti esattamente al pavimento e che sia allineato all’anca. Non flettere ne estendere il busto durante l’esecuzione degli affondi. Tieni sempre l’elastico bene in tensione per dare la massima intensità all’esercizio.

Conclusioni

Utilizza questo breve workout un paio di volte a settimana per iniziare a vedere e sentire le tue gambe più forti e belle!