Pilates Plank Flow

0
34

Uno dei principi fondamentali del pilates è la fluidità e allora ho preparato per voi una mini sequenza flow che, se eseguita seguendo questo obbiettivo, risulterà intensa ed efficace per irrobustire la muscolatura e allungarla al tempo stesso. Il lavoro del pilates mira infatti a rafforzare la muscolatura, ma anche ad allungarla: parliamo dunque di un lavoro completo che ha come beneficio il raggiungimento di una migliore fluidità di tutti i movimenti. In questo caso specifico mi sono focalizzata sull’esercizio del plank, che è già completo di suo, e ho aggiunto due varianti che lo trasformano in un esercizio molto dinamico.

A chi è rivolta la routine

Questa routine è di livello avanzato, per cui si rivolge ad allieve che si allenano già e che dunque abbiano già sperimentato le diverse posizioni e varianti di plank. Potete eseguire questa routine da sola , o inserirla alla fine di una seduta di pilates.

Come prepararsi alla routine

Per eseguire questa routine ti basterà solamente un tappetino! L ‘abbigliamento comodo è sempre consigliato per permetterti l’esecuzione degli esercizi. Ti consiglio di lavorare a piedi nudi per evitare di scivolare ed avere così un migliore contatto col pavimento. Ecco anche una traccia musicale che potrebbe farti da tappeto sonoro durante questa pratica.

The Cinematic Orchestra – And Relax !

Routine

Posizionati in plank con l’appoggio sulle mani, stacca le dita di un piede da terra e fai scivolare il peso oltre le tue mani. Tornando indietro col peso, solleva la gamba il cui piede avevi precedentemente staccato da terra e prendi la posizione del “cane a testa in giù” con una gamba sollevata; ritorna in plank flettendo sempre la stessa gamba al petto. Ritorna alla posizione del cane a testa in giù ed extraruota la gamba e il busto per due volte e poi ritorna giù ad eseguire tutta la sequenza sempre con la stessa gamba. Ripeti la sequenza per due volte anche a sinistra. Ti ricordo che puoi eseguire questa sequenza da sola, come un mini workout o inserirla all’interno di un allenamento più lungo. Se scegli la prima opzione, ricordati di scaldare il corpo con due tre esercizi come hundred, roll up e superman da quadrupedia.

Errori da non fare

Non disallineare il corpo e non protrarre le scapole durante l’esecuzione del plank. Non eseguire i movimenti in fretta ma goditi le sensazioni di ogni passaggio e ogni transizione da una posizione all’altra, cercando di portare al massimo della possibilità il tuo corpo: massima estensione delle gambe e della schiena durante gli allungamenti.

Conclusioni

Che tu abbia mai eseguito una sequenza di flow o no, non importa: è molto sfidante “sentire” il corpo in delle forme diverse e osservarne le sue infinite possibilità. Inizia subito: che aspetti?